La Laurea non ti serve!

(Il titolo è totalmente ironico)

 

Proprio questa mattina è uscito questo interessante articolo di ItaliaOggi che descrive la situazione attuale dei giovani italiani.

348.000 Giovani laureati occupati sono sovraistruiti per la posizione lavorativa che impiegano.

“Stiamo parlando di circa il 30% dei giovani laureati, costretto ad accettare un lavoro inferiore alle proprie aspettative, con punte di sovraqualificazione anche sopra al 50%…”

Questo scoraggiamento totale porterebbe le giovani leve a fare una scelta ben studiata a tavolino per il proprio futuro. Infatti, anche “ il numero dei giovani con contratto a tempo determinato è rimasto sostanzialmente invariato, quelli concontratto a tempo indeterminato sono scesi da 4.200.000 a 2.700.000. “

Il neo diplomato oggi si trova difronte al grande bivio: Lavoro o Università.

Dopo queste informazioni è chiaro che la scelta sia rivolta al mondo del lavoro, così “non perdo tempo e metto subito in cascina qualche soldo”.

Tuttavia, il percorso universitario ha una serie di vantaggi davvero di valore:

1. Flessibilità: sapersi adattare ad ogni situazione sia professionale che di vita, sapersi mettere in gioco sempre;

2. Formazione:leggere, studiare e analizzare ti aiuteranno ad aprire la mente;

3. Internazionalizzazione:chi non ha mai fatto un viaggio all’estero durante il percorso universitario?!?Erasmus o Progetti Internazionali, vanno ad arricchire la tua sfera professionale (anche per il curriculum) e umana (amicizie);

4. Amicizia: finito il percorso universitario ti ritroverai ad avere almeno una cinquantina di amici/conoscenti di qualsiasi Regione italiana e/o Nazione (gli abruzzesi sono sicuramente tra i più simpatici: arrosticini+canti popolari; tutt’ora mi sento con il mio amico Jacob dall’Olanda).

 

La Cultura vince sempre, nel lungo periodo.

Fonte qui >> 

Categorie: TG News Lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *